sabato 23 maggio 2009

sono brutti


La piccola Chiara, bravissima e precoce blogger, nonché autrice dell'elegante tabella comparativa qui riprodotta (senza aver chiesto il permesso, cosa per la quale chiedo umilmente scusa), sembra avere una netta percezione delle differenze fra maschi e femmine, come del resto ce l'hanno tutti i suoi coetanei. Ma sicuramente è colpa dell'educazione retrograda ricevuta e dell'indottrinamento dei media.

12 commenti:

  1. Mah, non so.

    Quand'ero un somaro piccolo piccolo avrei probabilmente ribaltato le due tabelle.

    Ad eccezione della casella "sono più sexsi". ;)

    Che, per altro, avrei probabilmente scritto correttamente.

    RispondiElimina
  2. emmeline pankhurst23 maggio 2009 18:12

    Complimenti alla piccina, da una veterofemminista.

    RispondiElimina
  3. Brain, ma non è che la piccina ti conosce?

    http://ilprimoblogdichiara.blogspot.com/2008/11/pensiero.html

    RispondiElimina
  4. eh eh...
    Quello della foto è mio cuGGino! ;)

    RispondiElimina
  5. sarà un gene quello che dice alle bambine di essere 'sexsi', o saranno piuttosto le tv di Berlusconi?

    RispondiElimina
  6. Le tv di Berlusconi impongono i modelli o li sfruttano?

    A me nessuno ha insegnato a sbavare dietro le gonne di una velina. Magari me ne vergogno un pò, ma è qui che ci vedo del condizionamento culturale.

    RispondiElimina
  7. ah, quindi se da noi c'è la "mignottocrazia" questo si deve ai geni (nel senso di genetica) della razza italica? E, per favore, si pulisca la bava .. :-)

    RispondiElimina
  8. In effetti nessuno l'ha insegnato a nessuno. Il voyerismo è nato così, come sono nate le minigonne.

    RispondiElimina
  9. Avrei voluto scrivere un post su questa storia, ma mi sono accorto che è già ben raccontata in italiano:

    Storia del bambino che qualcuno volle bimba

    RispondiElimina
  10. interessante che si trovi su un sito "vegan"

    RispondiElimina
  11. e cosa dimostrerebbe quella storia da te citata?

    (domando senza nessuna polemica).

    RispondiElimina
  12. Credo che dimostri che non sono solo le tv di Berlusconi a plasmare la nostra identità sessuale.

    RispondiElimina