mercoledì 18 novembre 2009

come vanno le cose?

Ciao!! Come vanno le cose?
Sto bene. Ora ho tempo libero per rispondere a voi!
Spero che tu ancora ricordi di me? Voi e ho incontrato in un sito di incontri.
Tu mi hai dato il tuo indirizzo e-mail. Ho lavorato in modo non poteva rispondere immediatamente! Ma ora posso comunicare con te in qualsiasi momento!

Scrivo a voi, le loro posti di lavoro. Chiedo che voi avete risposto alla mia e-mail privata:

indirizzoinventato@yahoo.com

Se mi rispondi allora posso inviarti le loro foto e raccontare di piu su di te.
con impazienza devo aspettare per una risposta! Ekaterina!


Ciao Ekaterina! Certo che mi ricordo di te, tu devi essere quella che continua a commentare sul mio blog, esprimendo apprezzamenti profondi come “imparato molto”, “quello che stavo cercando, grazie”, e soprattutto “La ringrazio per intiresnuyu iformatsiyu”.
A dire il vero non sono troppo sicuro di ricordare in quale sito di incontri ci siamo già conosciuti, ma forse ti riferisci a quel forum sul marxismo, nel quale ti avevo dato il mio indirizzo e-mail nel caso tu avessi voluto dei chiarimenti, eventualmente anche di persona, riguardo al materialismo dialettico.
C'ero rimasto male che non avevi risposto, sai? Soprattutto dopo che ti avevo spedito le foto della mia collezione di cimeli sovietici il cui pezzo forte era costituito da un baffo di Stalin perfettamente conservato. Ti avevo scambiato per una ragazza superficiale e consumista, che bada solo alle cose frivole.
Sono lieto di apprendere che mi sbagliavo, e che invece sei solo stata tenuta occupata dal tuo lavoro di guardiaboschi. Ti prego, spediscimi le foto che hai promesso. Solo, ti chiedo di farlo al seguente indirizzo (motivi di riservatezza):
info@giuliettochiesa.it
Te l'ho mai detto che mi piacciono molto le ragazze russe? Sento che questo è l'inizio di una lunga amicizia.

11 commenti:

  1. Ah, vedo che anche tu sei bravo come me nell'attrarre fighe russe.
    Siamo davvero due gran bussoni.

    RispondiElimina
  2. Al baffo di Stalin non resiste nessuna.

    RispondiElimina
  3. Il baffo è il baffo, n'ce so' cazzi.

    RispondiElimina
  4. Io ti dico che il materialismo marxista è roba da manuali :|

    RispondiElimina
  5. Ekaterina ci sono anch'io! Mi piacciono le tue trecce bionde, e tutto il resto a essere sincero. Ho poco tempo ma imparare il russo con te sarebbe meraviglioso; e tu nel frattempo potresti perfezionare l'italiano (e volendo anche il piemontese). Hai bisogno di un aiuto guardiaboschi? La mia email chiedila a Thomas (che spero non sia geloso).

    RispondiElimina
  6. Qualcuno mi spiega la storia del itneresnuyu informatsyu?
    Ho dovuto mettere il filtro anti-bot al blog. Ma che ci guadagnano questi? Come funziona?
    Bolshoye Spassiba

    RispondiElimina
  7. Noioso, vero? Credo che sia una specie di virus, quei messaggi devono partire da qualcuno che non sa di diffonderli. Si potrebbe chiedere a Paolo di indagare, o se conosce un rimedio.

    RispondiElimina
  8. 'zzarola, e io che pensavo di aver fatto colpo per il mio pizzetto.

    E invece il baffo le interessava. :(

    Vabbe', sara per la prossima.

    Dasvidanija Tovarish
    Michele

    RispondiElimina
  9. Io non dico nulla... ma siete tutti cattivi con questa povera fanciulla in difficoltà

    RispondiElimina
  10. Beh, Giulietto con il suo baffetto ha attirato a vedere il suo filmetto 2 mila miliardi di russi alla televisione... chissà se anche Ekaterina lo ha visto...

    Cordialità

    Attila

    RispondiElimina
  11. Non so perché ma proprio a Giuliettone nostro ho pensato quando scrivevi del baffone.

    Cero, dirottare la povera Ekaterina su siti equivoci...
    Te la vedi in "zeroalquadrato" che strilla "5 metri, ripeto, 5 metri"?

    RispondiElimina